News


AIFOS - PER IL 2011 UNA FORMAZIONE ETICA E RESPONSABILE

giovedì 6 gennaio 2011

In occasione della fine del 2010 la riflessione del Presidente AiFOS Rocco Vitale in tema di formazione alla sicurezza

Brescia, 30 dicembre 2010

AiFOS ha fatto un buon lavoro nell’anno 2010 e lo deve ai propri soci ed ai Centri di Formazione AiFOS che hanno sviluppato sul territorio serie e qualificanti iniziative di formazione. Con pazienza e senso di responsabilità abbiamo cercato di sviluppare una formazione seria e responsabile, attenta alle esigenze delle imprese ed alle necessità dei lavoratori mettendo alla base del proprio lavoro la centralità dell’uomo, del suo lavoro e della sua vita.
Con il nuovo anno ulteriori impegni e sfide ci attendono. La crisi economica con le sue difficoltà ed incertezze ha, forse, contribuito a far scendere di qualche punto la percentuale del fenomeno infortunistico. Come spesso è stato detto, tuttavia, non sono le statistiche a fare la cultura della sicurezza sul lavoro, che rimane un obiettivo ancora lontano da raggiungere.
Nell’anno passato si è fatta molta formazione e si sono spese grandi risorse. Non sempre bene. Senza chiudere gli occhi su una realtà che deve essere maggiormente studiata ed indagata ci sembra osservare che i corsi di formazione finanziati dai “Fondi” non abbiano dato i risultati previsti. Lo scarso utilizzo dei Fondi, le difficoltà amministrative e burocratiche allo svolgimento dei corsi finanziati hanno sviluppato, in concreto, più amministrazione che formazione. Buona parte delle risorse servono a finanziare la loro amministrazione e solo la metà viene investita per la formazione dei lavoratori.
La questione più preoccupante, tuttavia, riguarda la qualità della formazione. Non ci sono dati qualitativi, ma le prime osservazioni dimostrano come si tratti di formazione non sempre finalizzata, che con fatica risponde alle esigenze delle aziende e dei lavoratori.
Il nostro, più che un giudizio, vuole essere una preoccupazione per la quale non abbiamo, né è nostro compito avanzare, proposte o soluzioni. Vorremmo tuttavia indicare come un maggior decentramento amministrativo ed organizzativo possa giovare ad un più stretto contatto con il territorio. Non basta l’assegnazione dei fondi a livello regionale se a ciò non corrisponde un’interlocuzione sia amministrativa e, soprattutto, qualitativa sulla formazione alla sicurezza rivolta ai lavoratori delle imprese.
Non sarà cosa semplice ed immediata. Cosa possiamo fare in queste condizioni e all’interno di un sistema del lavoro che appare, da un lato, bloccato e, dall’altro aperto a nuovi modelli di relazioni industriali? Sulle nuove relazioni industriali maggior attenzione deve essere data alla cultura della sicurezza e sicuramente la contrattazione di secondo livello e quella aziendale potranno rappresentare un modello sul quale scommettere per sviluppare nuove iniziative di partecipazione e di formazione.
Alla base delle nuove prospettive vi è una certezza che è rappresentata dai formatori, cioè da coloro che sono in prima linea sul fronte della sicurezza sul lavoro.
Ai formatori si richiede una maggior presa di coscienza del proprio ruolo. Nella mancanza di riforme e di regole i formatori possono dare un contributo determinante in termini di serietà e consapevolezza sviluppando una formazione etica e responsabile. Le capacità acquisite sul campo, le esperienza e la formazione dei formatori rappresentano uno degli elementi qualificanti per poter svolgere azioni formative corrette per sviluppare il cambiamento dei comportamenti nello svolgimento della formazione.
Una formazione che diviene etica, perché si rivolge ai lavoratori per tutelarli nella loro salute e sicurezza per adempiere ad una azione sostanziale e non di formale adempimento della norma.



ARCHIVIO NEWS
OFFERTA PROMOZIONALE PER LA PROTEZIONE CIVILE
15/05/2012
dal 14 maggio 2012, lavorando veste & protegge offre ad un prezzo vantag [...]
» continua a leggere
APERTURA NUOVO PUNTO VENDITA
12/04/2012
lavorando veste & protegge da oggi anche in corso dei mille 195- palerm [...]
» continua a leggere
VAI ALL'ARCHIVIO DELLE NEWS
© 2018 GI.NOVA SUD s.r.l. - Viale Regione Siciliana n° 2034 S.E. - 90128 Palermo - presso Lavorando Veste & Protegge
Tel 091.533173 - Fax 091. 534313- P.Iva: 03435850825 - Powered by Fp-Web di Fabio Pellerito